INTERVISTE - Riccardo Vello - Sito Ufficiale

Vai ai contenuti

Menu principale:

STAMPA

....

Il suo ultimo singolo, Senza parole, è stato inserito in un video documentario dedicato al grande chitarrista David Gilmour, dei leggendari Pink Floyd, prodotto dalla Cecchi Gori, ma non è la prima fatica di Riccardo Vello, cantante chitarrista toscano di origine elbana. Dal suo esordio, negli anni 90, con il singolo Lonely girl ne ha fatta di strada, stringendo spesso prestigiose collaborazioni, come chitarrista, voce o autore di testi nel caso della collaborazione con il regista scrittore Gianfranco Santoro. Una voce limpida, l’amore, questo forte immenso e non sempre facile sentimento, è spesso il soggetto delle sue canzoni, e lo è anche nell’ultimo singolo, Senza parole, scritto in coppia con Sal di Giorgi dove Vello canta la fine di un amore, la tristezza e la pesantezza di un addio, ma la volontà di non dimenticare ciò che di bello c’è stato.
Abbiamo avuto la fortuna di fare due chiacchiere con lui, di sbirciare un po’ nella sua vita d’artista, sempre nella costante missione di regalare nuove emozioni in musica.

Riccardo, hai avuto un percorso artistico di tutto rispetto. Che cos’è per te la musica? Cosa ti spinge a comunicare con il mondo attraverso il microfono e la chitarra?
La musica è tanto nella mia vita, la vivo tutti i giorni, a tutte le ore, scrivendo canzoni mie ma nello stesso tempo apprezzo e canto anche artisti che mi piacciono, italiani stranieri, comunque sara’ per sempre una parte essenziale di me. La comunicazione attraverso una chitarra o la voce è soprattutto stare bene con se stessi e con gli altri che ti apprezzano, un incredibile scambio di emozioni.
L’amore, è quasi sempre il soggetto delle tue canzoni, spesso visto dal lato dell’addio. In questo mondo sempre più materialista e sempre meno sentimentalista, l’amore ha ancora il suo peso?
I miei testi stanno avendo una trasformazione continua per gli autori che ne hanno fatto parte in passato e adesso in futuro, gli argomenti sono stati vari qualcosa di autobiografico anche in qualche canzone c’e’, ma se non ci fosse l’amore l’essere umano cosa sarebbe??? E' fondamentale e avrà sempre il suo grande peso l’amore per tutto quello che ci circonda, dalla natura, agli animali, alle guerre continue, a questa terra maltrattata dall’uomo. Ora più che mai c’e’ bisogno di amore.

Beh, visto che parliamo d’amore la domanda è d’obbligo: Sei innamorato?
SI.

Come nascono le tue canzoni, la tua musica?
Per molti anni arrivavano le idee nei momenti più impensati, linee vocali registrate al volo e poi con la chitarra la stesura e lavorare successivamente ad un testo. Adesso molte canzoni nascono da un testo già scritto.

A differenza di molti giovani, tu, il tuo sogno nel cassetto lo hai realizzato. Ce ne sono altri?
Sì, vorrei uscire con un album, ho tanto materiale da registrare e canzoni già inserite nella mia discografia tra singoli e compilation, ma anche videoclip, quelli mi mancano.

Dal tuo punto di vista, che momento sta vivendo la musica italiana?
La musica italiana sta avendo gli alti e i bassi di sempre, si da’ poco spazio ai giovani emergenti a cominciare dalle radio, poche trasmissioni dedicano spazi. Una radio che apprezzo molto è MISSIONE RADIO condotta da Franco Affilastro. Li ho trovato bravi artisti e band interessanti. I talent tv danno tanta visibilità, ma poi il talento ci deve essere, come le canzoni valide, inoltre è essenziale avere un timbro vocale originale, e un buon team fanno grande un artista che si fa carriera negli anni, a seguire poi c’e’ il pubblico e i gusti.

Progetti futuri?
Un EP con un nuovo singolo Tu non ci sei, firmato dal mio nuovo autore Vito Gadaleto e Sei tu, solo tu, firmato dall’autore scrittore Sal di Giorgi.

E ora, raccontaci un po’ di te, facci conoscere il Riccardo Vello di tutti i giorni?
Il Riccardo Vello di tutti i giorni va a lavorare, e si sveglia prestissimo, si occupa di una casa di 100 mq dove vive, ha un allevamento di Persiani ed Esotici (New Legend Cattery) tanti sacrifici e impegni. Quando posso vado al cinema, mi piacciono molto i film d’azione fantascienza, thriller. Amo la natura, la montagna, il mare, ascoltare la musica a palla in macchina e cantare sempre.

Ti ringraziamo per questa bella chiacchierata, ti lasciamo alla tua musica, facendoti un grosso in bocca al lupo.
Grazie a voi è stato un piacere RV.


....

 
Torna ai contenuti | Torna al menu